Il Collegio dei Maestri di Sci del Friuli Venezia Giulia

Il Collegio dei Maestri di Sci del Friuli Venezia Giulia è un organo di autodisciplina e autogoverno della professione del maestro di sci che opera in stretta sinergia con il Collegio Nazionale Maestri di Sci, la regione e la Federazione Italiana Sport Invernali.

Il Collegio è composto da tutti i maestri iscritti al Collegio e all’Albo della regione. Questi, organizzati in un’Assemblea, votano ogni 4 anni il Consiglio Direttivo che a sua volta elegge il Presidente con carica quadriennale.

Le attività del Collegio dei Maestri di sci del Friuli Venezia Giulia

In questo ambito, le funzioni del Collegio spaziano dalla gestione e aggiornamento dell’Albo professionale alla vigilanza sull’esercizio della professione e all’applicazione di sanzioni disciplinari. Molto forte è anche la collaborazione con le autorità regionali e nazionali competenti al fine di offrire un supporto aggiornato e propositivo, anche per sostenere una corretta promozione dell’immagine professionale degli iscritti.

Per i maestri di sci già iscritti all’Albo, il Collegio organizza i corsi di aggiornamento richiesti per legge e necessari per il rinnovo annuale dell’iscrizione all’Albo, dandone tempestiva comunicazione attraverso il suo sito istituzionale. In collaborazione con il Collegio Nazionale dei Maestri di Sci e la regione, può inoltre istituire corsi ed esami di specializzazione.

Il Collegio offre agli aspiranti maestri tutte le linee guida necessarie al raggiungimento dell’idoneità all’insegnamento e organizza i corsi di formazione e le sessioni d’esame necessarie in collaborazione con la regione e gli organi tecnici della Federazione Italiana Sport Invernali. Oltre alle materie pratiche e teoriche (tra le quali anche materie didattico-pedagogiche), il Collegio si pone come obiettivo anche quello di approfondire con i candidati temi culturali legati al rispetto e alla conoscenza della montagna e del territorio, alla sicurezza, al pronto soccorso e ai diritti, doveri e responsabilità del maestro di sci (per approfondimenti sulle materie d’insegnamento, vedi http://www.collegionazionalemaestridisci.net/normative/).

Controllo e tutela

In questo ambito, le funzioni del Collegio spaziano dalla gestione e aggiornamento dell’Albo professionale alla vigilanza sull’esercizio della professione e all’applicazione di sanzioni disciplinari. Molto forte è anche la collaborazione con le autorità regionali e nazionali competenti al fine di offrire un supporto aggiornato e propositivo, anche per sostenere una corretta promozione dell’immagine professionale degli iscritti.

Aggiornamento

Per i maestri di sci già iscritti all’Albo, il Collegio organizza i corsi di aggiornamento richiesti per legge e necessari per il rinnovo annuale dell’iscrizione all’Albo, dandone tempestiva comunicazione attraverso il suo sito istituzionale. In collaborazione con il Collegio Nazionale dei Maestri di Sci e la regione, può inoltre istituire corsi ed esami di specializzazione.

Formazione

Il Collegio offre agli aspiranti maestri tutte le linee guida necessarie al raggiungimento dell’idoneità all’insegnamento e organizza i corsi di formazione e le sessioni d’esame necessarie in collaborazione con la regione e gli organi tecnici della Federazione Italiana Sport Invernali. Oltre alle materie pratiche e teoriche (tra le quali anche materie didattico-pedagogiche), il Collegio si pone come obiettivo anche quello di approfondire con i candidati temi culturali legati al rispetto e alla conoscenza della montagna e del territorio, alla sicurezza, al pronto soccorso e ai diritti, doveri e responsabilità del maestro di sci (per approfondimenti sulle materie d’insegnamento, vedi http://www.collegionazionalemaestridisci.net/normative/).

Consiglio Direttivo

Marco Del Zotto

Presidente

Riccardo De Infanti

Vice Presidente

Daniele Sabidussi

Tesoriere

Tamara Puntil

Consigliere

Alessandro Pandolfo

Consigliere

Lorenzo Alberti

Consigliere

Mario Fabretto

Consigliere